Luca Grazioli

Mi chiamo Luca Grazioli, sono un chitarrista professionista dal 2002.
Sono innamorato del mio lavoro e questo mi rende una persona davvero felice.

Luca Grazioli

Mi chiamo Luca Grazioli, sono un chitarrista professionista dal 2002.
Sono innamorato del mio lavoro e questo mi rende una persona davvero felice.

Dedico ogni momento della mia esistenza a suonare, studiare, insegnare, migliorare le conoscenze in merito alla didattica musicale e a perfezionare il modo per trasferire ciò che so. La musica è la mia vita e dopo tante peripezie sono finalmente riuscito a trasformarla in un lavoro.
È da quasi vent’anni che vivo la musica a 360 gradi, 7su7, H24.
Ma non è sempre stato così.
All’inizio è stata dura e per nulla facile.

la mia storia

Story

Provengo da una famiglia in cui mio padre suonava la fisarmonica, mio fratello il pianoforte, mio zio il sax e mia madre dipingeva. Nessuno era professionista, nella vita facevano altro, ma erano davvero in gamba.
Confrontandomi con loro mi accorgevo di non essere al loro livello. Dopotutto ho iniziato tardi a studiare musica, a 17 anni. Questa differenza di livello ha generato in me un complesso di inferiorità durato qualche anno.
Io indaffarato a praticare gli aspetti basilari della musica e della chitarra, mentre mio fratello già  “tirava giù” i temi degli standard jazz!
 
A dirla tutta, il mio desiderio di suonare uno strumento nacque da adolescente, attorno ai 12 anni. Amavo la batteria! Ma per questioni di vicinato non ci furono le condizioni.
 
Dai 17 ai 22 anni ho cercato di imparare da autodidatta ma finalmente, dal ‘96, ho potuto permettermi di iniziare a studiare con i maestri Silvio Piccioni, Graziano de Murtas e saltuariamente con Gigi Cifarelli.
Ho poi frequentato il corso ed il Master Professionale Lizard a Pavia e Milano con Fabio Casali e Osvaldo di Dio, chitarra jazz al Cemm di Bussero con Walter Donatiello e arrangiamento con Giovanni Tommaso.
 
 
Parallelamente al mio percorso di crescita come musicista ho approfondito e studiato tecniche di insegnamento, ho frequentato corsi per insegnanti di musica per acquisire maggior professionalità.
Nel 2010 ho ottenuto l’abilitazione all’insegnamento dei metodi Lizard, nel 2012 ai metodi Yamaha e nel 2019 a quelli della RockSchool.
 
Negli anni ho avuto la possibilità di insegnare in diverse scuole della Lombardia e la fortuna di conoscere tanti studenti. L’interazione mi ha aiutato a capire quali fossero realmente le cose da insegnare.
 
All’attività  didattica, affianco un’intensa attività live. Partecipo a numerosi progetti musicali e formazioni unplugged. Suono vari generi e spesso ho la fortuna di suonare e collaborare con bravissimi musicisti, professionisti e non professionisti.

didattica

didattica

Negli anni ho scoperto un amore viscerale per la didattica, una passione che mi ha sempre spinto a perfezionare i contenuti e a renderli accessibili anche a chi non ha un talento innato.
 
Non basta sapere cosa insegnare, bisogna sapere anche il “come” insegnare.
L’organizzazione, la consequenzialità, la progressività  del materiale proposto sono l’unico sistema per far ottenere risultati.
Un altro aspetto da non sottovalutare è la pazienza … ogni insegnante non dovrebbe mai dimenticare le difficoltà che tutti i musicisti, anche i più grandi, hanno dovuto affrontare all’inizio del loro percorso.
 
 
Provo gioia quando un allievo raggiunge un risultato, indipendentemente dal suo livello, e gratificazione quando riesco a rendere piacevole il percorso pur nella fatica. Oltre al materiale didattico, la lezione deve motivare l’allievo, deve far venire voglia di studiare, trasmettere l’importanza del percorso.
 
Il vero compito dell’insegnante è creare motivazione. Spiegare i concetti e contestualmente proporre esempi per poterli mettere in pratica … Dopotutto si impara a suonare suonando….
Ci sarebbero tante altre cose da dire in merito all’insegnamento, l’apprendimento, la preparazione psicologica allo studio … ma si fa troppo lunga … Se vuoi possiamo parlarne, contattami attraverso i miei social cliccando qui in basso, ti aspetto!
Se sei curioso e ti va di sapere come organizzo le lezioni e vuoi conoscere le finalità  del corso, chiamami!
Scegli tu la data e l’orario!
Sul calendario trovi le mie disponibilità, fissa e ci sentiamo.
Se stai cercando un insegnante ritengo che un confronto diretto sia necessario.

Se vuoi prenotare una lezione con me clicca il pulsante qui in basso.